monticello-chiantiRisale al 1971 la prima annata prodotta del Chianti Monticello, e da sempre si fa apprezzare per le sue doti di vino fresco e di buona beva. Tutt’oggi continua a proporsi come ottimo vino da tutto pasto , semplice e genuino, senza troppe pretese.

E’ previsto per il periodo di fine vendemmia l’imbottigliamento del nuovo Chianti Monticello 2012, che andrà a rimpiazzare l’eccellente annata 2011 ( 88\100 sulla guida Veronelli). Il Monticello 2012 è stato prodotto in un annata molto soleggiata e calda , che ha portato le uve di Sangiovese ad una perfetta maturazione. La qualità sarà superiore.

Inoltre, anche se non può essere considerato biologico, le uve prodotte sono state trattate con procedure attinenti alla produzione biologica, ovvero solo con l’uso di prodotti a base di rame e zolfo e senza l’utilizzo di concimi chimici, diserbanti e insetticidi. La quantità è prevista in circa 10.000 bottiglie.

Pubblicato il 8 luglio 2014